Nuova Social Card di 460 euro, potrà essere spesa per pagare beni di prima necessità

  • Categoria dell'articolo:Diritto Previdenziale
  • Tempo di lettura:2 minuti di lettura

L’importo contenuto nella card verrà erogato in un’unica soluzione e potrà essere utilizzato per l’acquisto di prodotti e beni essenziali, tra cui benzina e biglietti o abbonamenti per il trasporto pubblico. I beni che possono essere acquistati con la social card sono quelli considerati di prima necessità, tra cui frutta, ortaggi, pane, pasta, carne, pesce, caffè, latte e uova. Per avere ulteriori dettagli sul beneficio a sostegno delle famiglie, è necessario attendere il decreto interministeriale di attuazione.  Potranno beneficiare della card i nuclei familiari con Isee dichiarato dal valore pari o inferiore a 15000 euro e, tra questi, avranno precedenza i nuclei di cui fanno parte minori o persone più giovani. Le famiglie aventi diritto, per poterne usufruire, non dovranno compiere alcuna richiesta: l’INPS possiede già i nominativi presenti nelle liste che verranno trasmesse ai Comuni di residenza, nei cui uffici postali le card verranno rese disponibili al ritiro.

Restano esclusi dal beneficio i single e le coppie senza figli.
Inoltre, non riceveranno la social card “Dedicata a Te” coloro che beneficiano di altro sussidio statale, come ad esempio l’indennità di disoccupazione, la cassa integrazione o l’Assegno di inclusione.

Fino ad ora, gli unici requisiti resi noti, per poter rientrare nella platea di aventi diritto alla card, sono:

• far parte di un nucleo familiare composto da almeno tre persone;

• essere residenti nel territorio italiano;

• possedere un Isee non superiore a 15mila euro;

• avere almeno un figlio;

• essere iscritti all’Anagrafe della popolazione residente comunale.

La carta potrà essere utilizzata presso i negozi che vendono generi alimentari, appartenenti alla Grande Distribuzione e non, oltre che presso i distributori di benzina ed i rivenditori di titoli di viaggio per il trasporto pubblico.