Bonus Internet, pc e tablet

  • Post author:

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del MISE che regolamenta il bonus Internet, pc e tablet fino a 500 euro.

Lo sconto è stato concepito per andare incontro alle famiglie meno digitalizzate che durante il lockdown hanno più di tutte sentito il peso delle difficoltà dello smartworking e della didattica a distanza.

Nel contesto dell’emergenza sanitaria i servizi di connettività ad almeno 30 Mbit/s hanno rappresentato e rappresentano i presupposti per l’esercizio di diritti fondamentali quali diritto allo studio e diritto al lavoro.

Sono risultati necessari anche i dispositivi per fruire dell’accesso ad Internet in banda larga , quali tablet e pc.

In cosa consiste il bonus Internet, pc e tablet?

Consiste in un contributo massimo di 500 euro erogato sotto forma di sconto sul prezzo di vendita dei canoni di connessione Internet  (servizi di attivazione compresi e per un periodo minimo di 12 mesi), di un tablet o un pc. Tale contributo terrà conto delle situazioni specifiche delle singole Regioni e specifiche convenzioni verranno stipulate con gli enti regionali.

A chi è indirizzato?

Il bonus Internet, pc e tablet è indirizzato alle famiglie con Isee inferiore ai 20000 euro e avrà durata fino ad esaurimento delle risorse, comunque entro il limite di un anno dall’avvio dell’intervento.

Possono farne richiesta le famiglie che non detengono alcun contratto di connettività, ovvero che detengono un contratto di connettività a banda larga inferiore a 30 Mbit/s in download.

È prevista l’erogazione di un solo contributo per nucleo familiare presente nella medesima unità abitativa.

Nel caso di unità abitativa servita da più servizi di connessione il beneficiario del contributo dovrà stipulare un contratto per l’acquisizione della massima velocità disponibile.

Utilizzando il valore del contributo è possibile stipulare un nuovo contratto di connessione a patto che garantisca livelli di servizio pari o superiori a quelli già previsti senza che il recesso del contratto comporti costi a carico del beneficiario.