Apple: multa di 10 milioni per pubblicità ingannevole e scorretta

  • Post author:

Dopo aver riscontrato due pratiche commerciali ingannevoli e scorrette l’Antitrust ha stabilito una sanzione pari a 10 milioni di euro per la nota azienda statunitense Apple.

La multinazionale è stata ritenuta colpevole di aver pubblicizzato alcuni modelli di iPhone esaltandone la loro resistenza all’acqua fino ad una profondità massima di 4 metri per un totale massimo di 30 minuti.

Nei messaggi promozionali non vi era alcun cenno al fatto che tale proprietà si potesse applicare solo in laboratorio durante dei test effettuati utilizzando acqua statica e pura.

È chiaro che tali condizioni risultano scarsamente ripetibili all’interno della quotidianità del consumatore.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato aggiunge che il disclaimer “La garanzia non copre i danni provocati dai liquidi” non specifica se si fa riferimento alla garanzia convenzionale o a quella legale risultando oltremodo ingannevole nei confronti  dei consumatori.

L’AGCM pone inoltre particolare risalto sul rifiuto da parte di Apple di far valere la garanzia anche per quegli articoli danneggiati dall’introduzione di acqua o altri fluidi, impedendo di fatto ai consumatori di esercitare i diritti ad oggetto del Codice del Consumo.

A questo link il provvedimento dell’AGCM del 27 ottobre 2020