L’amministratore è obbligato a comunicare al creditore l’elenco dei morosi

  • Categoria dell'articolo:Condominio
  • Tempo di lettura:1 minuti di lettura

L’amministratore è espressamente tenuto a comunicare al creditore il nominativo dei condomini morosi: ne deriva che i condomini in regola con i pagamenti possono essere aggrediti solo dopo che il creditore abbia tentato di soddisfarsi sui condomini inadempienti. È quanto prevede l’articolo 63 che ha funzione di tutelare, rispetto al terzo creditore, i singoli condomini in regola con i pagamenti, costringendo il creditore a soddisfarsi dapprima nei confronti dei condòmini morosi. Qualora l’amministratore non comunichi i dati dei condomini morosi, il terzo creditore potrà agire in giudizio per ottenere tali informazioni. L’amministratore viene considerato, secondo il prevalente e maggioritario orientamento, come soggetto che agisce in rappresentanza del condominio anche con riferimento all’obbligo di comunicare i dati dei condòmini morosi in quanto non può trarsi a una sua diretta responsabilità nei confronti dei creditori.