LEGAL DESIGN: l’arte di facilitare il linguaggio giuridico

  • Post author:

Fin dalle prime lezioni di Giurisprudenza, il mondo accademico ha forgiato schiere di giuristi all’uso sapiente dei vocaboli, ponendoli in guardia circa i pericoli che nell’ambito della professione forense può causare l’uso di una parola piuttosto che un’altra.

Il suddetto monito ha portato alla creazione di un linguaggio forbito e pieno di tecnicismi che, pur permettendo il dialogo con i colleghi, ha frapposto una distanza sempre più grande con i Clienti.

Gli stessi, pur rappresentando il vero interlocutore del Professionista, percepiscono tale linguaggio alla stregua del latinorum Don Abbondiano tanto abusato al solo fine di confondere e sviare colui che risulta estraneo ad un gergo frutto di anni di studi.

Ecco quindi come, l’ultima sfida degli addetti ai lavori sia volta alla realizzazione di un Legal Design, vale a dire una semplificazione non solo del linguaggio parlato ma anche di quello scritto, che permetta alla clientela di potersi orientare nella maniera più consapevole e strategica possibile all’interno del sistema legale.