Alcune patologie escludono l’idoneità fisica e psicologica a guidare, la normativa stabilisce la sospensione della patente e le eccezioni

  • Categoria dell'articolo:Codice della Strada
  • Tempo di lettura:3 minuti di lettura

In Italia, con la maggiore età, è possibile conseguire la patente di guida. Però, forse, non tutti sanno che il Codice della strada prevede dei requisiti fisici e psichici per prendere la patente. Nello specifico, non si può ottenere la patente se la guida con sicurezza di un veicolo è impedita da malattia fisica o psichica, deficienza organica o minorazione (psichica, anatomica o funzionale).
La patente può essere sospesa per motivi di salute soltanto in presenza di patologie che, per i loro sintomi e per le loro conseguenze, escludono la possibilità di guidare con sicurezza da parte dell’interessato.

Quali sono le malattie che escludono il rilascio o il rinnovo della patente?

Tuttavia, ci sono patologie che non sono incompatibili con la guida. Infatti, ci sono alcuni soggetti malati che hanno diritto ad una patente di guida speciale, che viene rilasciata dopo una visita specifica effettuata dalla Commissione medica locale.

Ad esempio, le persone affette da diabete possono conseguire la patente di guida, ma a determinate condizioni. Questo perché la diagnosi di diabete non è sufficiente per dare alcun giudizio sulla capacità individuale di guidare. Ancora, anche gli epilettici possono ottenere la patente, ma sempre a seguito di un’apposita visita neurologica e a specifiche condizioni. Inoltre, a seguito dei dovuti accertamenti e in presenza di determinati requisiti, la patente non è preclusa né a coloro che sono affetti da sindrome delle apnee ostruttive del sonno, né a soggetti affetti da patologie neurologiche.