L’oblio oncologico è legge

  • Categoria dell'articolo:Attualità / Diritto Civile
  • Tempo di lettura:1 minuti di lettura

Il diritto all’oblio oncologico è «il diritto delle persone guarite da una patologia oncologica di non fornire informazioni né subire indagini in merito alla propria pregressa condizione patologica». Questa la definizione del testo unificato che ha ricevuto il via libero definitivo dal Senato, dopo aver già ricevuto l’ok dalla Camera. Dal lato pratico, il diritto all’oblio oncologico trova applicazione in caso di accesso ai servizi finanziari, bancari e assicurativi; nelle procedure di adozione di minori e nell’accesso alle procedure concorsuali, al lavoro e alla formazione professionale. Spetterà al Garante per la protezione dei dati personali vigilare sull’applicazione delle disposizioni della suddetta legge. Il testo prevede anche, attraverso un tavolo tecnico del Ministero della Salute, apposite tabelle che consentano di ridurre ulteriormente questi tempi in base alla differente patologia oncologica.