Droga leggera: 45 grammi, bilancino e bustine per il confezionamento non è spaccio organizzato

  • Categoria dell'articolo:Attualità
  • Tempo di lettura:1 minuti di lettura

È possibile catalogare come fatto non grave quello addebitato ad un uomo in possesso di 45 grammi di droga leggera. Insufficiente il richiamo fatto dall’accusa alla presenza di un bilancino e di buste per il confezionamento, in assenza, però, di ulteriori elementi, quali ingenti somme di denaro e collegamenti per uno spaccio organizzato e seriale. A finire sotto processo è un uomo che vive in Campania, in un territorio dove, per la precisione, blitz delle forze dell’ordine e connessi sequestri di grossi quantitativi di droga sono all’ordine del giorno. Contestato il reato di detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio. Ciò, però, a fronte del possesso di soli 45 grammi di droga leggera. Il quadro probatorio è ritenuto inequivocabile dai giudici di merito. Di conseguenza, sia in primo che in secondo grado, l’uomo sotto processo viene condannato alla pena di anni 2 e mesi quattro di reclusione nonché a pagare una multa di Euro diecimila.